Massimo Giletti, il racconto drammatico: tra malattia e ricoveri

Massimo Giletti, tra malattia e ricoveri

Massimo Giletti è uno dei giornalisti e conduttori che grazie alla sua grandissima professionalità, oggi è considerata una persona molto apprezzata dal pubblico italiano. Nasce a Torino il 18 Marzo del 1962 e dopo il suo esordio nel 1988 come giornalista nella redazione di "Mixer", debutta come conduttore televisivo nel 1994. La sua carriera è ricca di successi e conduzioni che, grazie alla sua potenzialità, è riuscito a valorizzarli al meglio. Tra queste possiamo ricordare "L'Arena", "Non è l'Arena", "Mattina in Famiglia", "Mezzogiorno in Famiglia" e "I fatti vostri". Come tutte le persone normali, dopo i momenti goliardici, ci sono spesso situazioni drammatiche da affrontare, infatti anche Giletti ha vissuto diversi momenti di buio. Prima di avere una carriera piena di successi che lo hanno fatto diventare un volto molto apprezzato sul piccolo schermo, Massimo Giletti ha prima conseguito una Laurea in Giurisprudenza con il massimo dei voti. Dopo un breve periodo in cui ha vissuto all'estero (a Londra con precisione), Massimo comincia a collaborare con la redazione Mixer compiendo il ruolo di redattore nel programma, dove del resto ci è rimasto per ben 6 anni.

Come citato già in precedenza, il suo esordio in televisione avviene nel lontano 1994, quando inizia a condurre "Mattina in Famiglia" il famoso programma in onda su Rai Due e rimane al timone per 2 anni. Con Paola Perego, la sua collera, inizia a condurre "Mezzogiorno in Famiglia" e "I Fatti Vostri", dove spicca il volo in termini di visibilità e notorietà. Gli anni più fiorenti per Giletti sono certamente i 2000, dove ha condotto diversi format tv come "Miss Italia nel Mondo", "Ciak.. si canta" e "L'Arena" in onda su Rai Uno, vincendo il "Premio Regia Televisiva".

Massimo Giletti, il dramma vissuto

Il conduttore del piccolo schermo, Giletti, ha raccontato in un'intervista il dispiacere che ha vissuto dopo che la Rai ha deciso di chiudere definitivamente il format "L'Arena". Ecco quanto dichiarato da Massimo nell'intervista: “Chi fa numeri importanti è oggetto di attenzioni. Ma io scelgo sempre con il cuore. Non potrò mai dimenticare che il giorno in cui stavo seppellendo mio padre, nel gennaio 2020, mi sono sentito abbracciare alle spalle. Mi sono girato e c’era il mio editore, Urbano Cairo”. Nonostante il suo spiccato talento, però, ha vissuto un periodo davvero oscuro della sua vita. Ai microfoni di "Maria con te", rivela sia la sua devozione per la Madonna di Lourdes, ma anche un dramma vissuto negli anni della sua gioventù. “Ero affetto da una forma grave di scoliosi e ho dovuto portare corsetti, busti in gesso ed essere ricoverato più volte in ospedale”. Giletti ha raccontato di quanto è stato difficile riuscire ad affrontare da bambino un problema simile, infatti ha aggiunto: “Per un bambino prima, e un adolescente poi, non è stata un’esperienza facile ma le fatiche di quel periodo mi hanno temprato per il futuro”.

LEGGI ANCHE: Adriano Celentano con una 26enne, la reazione di Claudia Mori