Bridgerton, 5 cose (incredibili) che non sai sulla serie tv Netflix: c'entra Mary Poppins!

Bridgerton è riuscita sin da quando è comparsa su Netflix a rubare i cuori dei fans di ogni parte del globo. Il pubblico non può evitare di restare incollato al piccolo schermo al fine di scoprire tutte le particolarità e le sorprese che vengono raccontate episodio dopo episodio. Tanti sono desiderosi di sapere tutti gli aneddoti nascosti dietro questo famosissimo prodotto di finzione della piattaforma di streaming più celebre al mondo. La prima curiosità: Bridgerton ha tratto ispirazione da una serie di romanzi che sono diventati cult a livello internazionale. I libri sono stati scritti da Julia Quinn che, infatti, per diciannove volte, è stata nella classifica dei Best Seller di New York. In seguito a questo boom, i tomi - che sono 9 - sono stati tradotti in quasi trenta lingue diverse. Questi i titoli: Il Duca e io, Il Visconte che mi amava, La proposta di un gentiluomo, Un uomo da conquistare, A sir Phillip con amore, Amare un Libertino, Tutto in un Bacio, Il vero amore esiste, Felici per sempre.

Seconda curiosità: la colonna sonora di Bridgerton comprende diversi brani moderni ma arrangiati in chiave antica. E' possibile infatti ascoltare le canzoni di artisti contemporanei particolarmente amati, quali Ariana Grande e Harry Styles. Malgrado siano stati modificati, appaiono comunque identificabili. Terzo retroscena: la serie ha raggiunto sin dall'inizio un grandissimo successo globale, ed è stata infatti nominata come la fiction più vista di sempre su Netflix in tutte le nazioni dove il colosso dello streaming opera. Difatti è arrivata a 625.490.000 ore di riproduzione totale nel primo mese dal suo rilascio. I numeri della seconda stagione sono stati addirittura superiori: 627.110.000 ore di visualizzazione nello stesso arco di tempo. La quarta curiosità riguarda il perché il nome del figlio di Daphne e Simon inizi con la A. Ebbene anche a questo siamo pronti a fornirvi una risposta.

In seguito alla nascita del bambino di Daphne e il Duca, entrambi hanno subito pensato a come chiamarlo. “Qualunque sia, credo che dovrebbe cominciare con la lettera A“, ha difatti ammesso Simon. Perché? Semplicemente, secondo la tradizione dei nobili Bridgerton, bisogna chiamare i figli in ordine alfabetico. Da qui: Anthony, Benedict, Colin, Daphne, Eloise, Francesca, Gregory e Hyacinth. Infine, l'ultima succosa curiosità riguarda la doppiatrice originale di Lady Whistledown – colei che mantiene le fila della serie narrandola. Quest'ultima è l’attrice, cantante e artista a tutto tondo Julie Andrews. Avete capito bene: è proprio Mary Poppins - anche conosciuta come protagonista di Tutti insieme appassionatamente! In italiano invece è Melina Martello a doppiare a celebre dama della serie Netflix.

LEGGI ANCHE: Nathalie Guetta non ce l'ha fatta: il dramma privato dell'attrice di Don Matteo