Greg, il cervello del duo comico

LoL è stato uno dei programmi comici di maggiore popolarità e da esso sono usciti meme e tormentoni di grandissimo successo. Uno dei più memorabili è di sicuro “So’ Lillo”, quando Lillo, appunto, ha partecipato alla prima edizione dello show ed ha aumentato a dismisura la propria popolarità. Pasquale Petrolo, però, compone solo la metà dello storico due Lillo e Greg e molto spesso non si conosce abbastanza riguardo a Claudio Gregori che, a quanto pare, è il “cervello” della coppia.

Per approfondire proprio questo aspetto vi riportiamo alcune sue dichiarazioni rilasciate di recente alla rivista Oggi dove viene proprio affrontato  questo argomento. All’esplicita domanda di chi sia il braccio e chi la mente, infatti, il buon Gregori risponde: «Io sono quello che scrive, ma lascio a Lillo lo spazio di modellarsi. Ha una memoria labile, per lui è un’impresa imparare un copione. Così devo sfruttare questa sua caratteristica e lasciargli la possibilità di cambiare, togliere, aggiungere».

Le diversità, poi, non si limiterebbero a questo e Claudio sottolinea la loro differenza di stili: Io in scena sono più serio, algido. Lillo invece ha questa dote soprannaturale di far ridere. Se dovessimo paragonarci agli attori comici di una volta, lui è Paolo Panelli e io Walter Chiari». Dichiara, poi, poic più avanti che tutto deve essere dovuto dall’indole diversa. Lillo è accidioso, vorrebbe andare sempre sul sicuro: “Ma quello l’abbiamo già fatto, ha funzionato, ripetiamo!”. Io invece sono compulsivo, devo per forza scrivere delle cose. Però l’idea del film Gli idoli delle donne, quella del gigolò che ha un incidente e deve farsi la plastica, è venuta a Lillo. Solo che poi non gli va di scrivere. In fondo il suo ideale di serata è a casa, pantofole e serie tv. A me invece piace uscire per cena, andare a teatro».

Ad un certo punto dell’intervista, poi, gli viene chiesto cosa ne pensi di LoL e il buon Gregori ha le idee chiare sulla faccenda, anche se ovviamente non disdegna l’incremento di pubblico che ha comportato la partecipazione di Lillo: «L’idea di far ridere per forza con battute di repertorio è lontana dal mio genere di umorismo. A me piace costruire lo spettacolo. Comunque, la popolarità di Lillo torna anche molto utile: già prima la gente affluiva a teatro, ma ora ne viene molta di più.

Quando però gli viene chiesto se mai abbia pensato di abbandonare lo storico duo, Greg non si lascia sfuggire l’occasione di fare l’ennesima battuta: «No, no. La coppia regge sul ricatto reciproco. Ognuno dei due ha fotografie che non vorrebbe fossero diffuse. Ci minacciamo». Non ci rimane che consigliarvi, allora, di ascoltare il mitico duo comico al loro programma radiofonico 610 su Rai Radio 2 e divertirvi da matti con le loro fantastiche gag.

LEGGI ANCHE: Elodie ed Emma non più amiche: tutti i dettagli