La verità sulla morte di Franco Battiato

Franco Battiato è stato uno dei più grandi poeti italiani e la sua musica è sempre stata di altissimo valore artistico. Il cantautore siciliano, però, è scomparso proprio un anno fa e in molti si sono interrogati sulle cause del suo decesso. Negli ultimi tempi, infatti, l’artista avevo fatto parlare di sé per il suo cattivo stato di salute dopo una brutta caduta che gli comportò la frattura del femore. In una recente intervista al Corriere della Sera, allora, il fratello Michele ha rilasciato alcune dichiarazioni riguardo gli ultimi momenti di Franco e tutti i suoi appassionati fan potranno finalmente sapere cosa sia accaduto di preciso.

In molti vociferavano che lo stato di salute di Franco Battiato fosse ormai molto precario. Nel 2020, in un paio di casi, addirittura, sono giunte voci della sua morte e crediamo che il buon Franco abbia di sicuro reagito a quelle fake-news con una fragorosa risata. Così avremmo voluto fare anche noi nel maggio  del 2021 ma, purtroppo, quella volta la notizia non trovò alcuna smentita.

Michele parla, allora, del periodo immediatamente successivo alla malattia: Ormai stava sempre in casa, non usciva più da tempo. I dialoghi radi. Parlava pochissimo. E invece fra noi c’era stato un confronto continuo. Condividevo tante idee. Lui andava alla ricerca della verità e lo faceva continuamente, in ogni cosa. Il suo verbo era sperimentare, era uno che cercava bellezza ed essenzialità e in tutto questo ci metteva una grande umiltà». Una brutta situazione che speravamo tutti si risolvesse rapidamente, ma così non è stato.

Parole davvero strazianti, poi, descrivono gli ultimi giorni del poeta ma, almeno, non si parla di sofferenza fisica: «Franco cominciava da giorni a perdere le facoltà. Si è arrivati a un deperimento organico per cui, pian piano, si è, come posso dire? Si è quasi asciugato. Non si è accorto del trapasso. Circondato da me, mia moglie, mio genero, i nipoti, i collaboratori e due medici che non ci hanno mai lasciato». Circondato, allora, dall’affetto della sua “famiglia allargata”, il Maestro Battiato è trapassato senza patire alcun dolore, o almeno quello fisico.

Sappiamo, però, che le tracce che Battiato ci ha lasciato resteranno indelebili nel tempo e moltissime altre generazioni si stupiranno ascoltando l’opera del grande poeta, fino a rendere la sua opera un monumento immortale. Se, infatti, l’artista ci ha lasciato, la sua arte non smetterà mai di accompagnare le nostre anime per tantissimi anni a venire.

LEGGI ANCHE: Perché Gino Paoli si è sparato, tutti i dettagli sull'accaduto