Antonino Cannavacciuolo, la pesante confessione: "arrestato per maltrattamenti"

Antonino Cannavacciuolo è uno degli chef maggiormente conosciuti nella nostra Penisola, per via della sua partecipazione a show di successo quali Cucine da incubo e soprattutto Masterchef. La vita di Antonino e il suo percorso nel mondo della ristorazione che lo ha portato alla notorietà, tuttavia, non è sempre stato semplice. Lo chef ha sempre ammesso che il suo lavoro, che lui ama tantissimo, ha fatto sì che tralasciasse spesso e volentieri il proprio privato. In un'intervista per il portale Dagospia Cannavacciuolo ha raccontato che sono tanti anni che per lui non ci sono festività e che per portare avanti i suoi ristornati, ha ogni volta trascorso il Natale lontano dai propri cari. Il noto cuoco è partito dal basso, sacrificandosi in tutto e per tutto quando era appena un 13enne. Poi dopo essersi diplomato alla scuola alberghiera ha cominciato a lavorare in qualità di stagista presso alcuni locali di lusso in Francia.

Lo chef è poi stato alunno del celebre Gualtiero Marchesi nel locale del Grand Hotel Quisisiana a Capri. Tanti non sanno, però, certi risvolti molto particolari in merito alla sua prima esperienza culinaria, quando era ancora giovanissimo. Un dettaglio ha sconcertato i seguaci dell'uomo: ecco come ritornava a casa dopo i turni in cucina. Antonino ha raccontato in una chiacchierata con Il Corriere che appena 13enne andava a lavorare in un ristorante del suo paese, la bellissima Vico Equense. Per lui quest'esperienza è stata molto dura pure perché sembra che nel ristorante in questione ci fosse un cuoco molto severo nei suoi confronti: “Tornavo a casa la notte con le braccia e le spalle blu per le mazzate che mi rifilava uno chef”. Le parole hanno fatto piuttosto scalpore e Cannavacciuolo ha chiarito che la madre voleva protestare per tutta la faccenda. Il padre invece, pure lui cuoco, riteneva che forse “se le meritava” le botte: “Oggi quello chef sarebbe arrestato per maltrattamenti…ma a me è servito” ha dichiarato infine l'amato volto di Masterchef.

Antonio più volte ha dichiarato di aver già lavorato troppo nella sua vita e che vede la pensione non così lontana: vorrebbe, in sostanza “mollare un po’”, vivere davvero la vita e stare con i suoi figli e sua moglie. Cannavacciuolo ha come moglie Cinzia Primatesta, incontrata quando lavorava nel locale del padre di lei, il suo attuale suocero. Assieme i due hanno trasformato la loro vita, aprendo il loro ristorante, Villa Crespi, attualmente con un bel riconoscimento: due stelle Michelin. Lo chef non ha mai avuto difficoltà a parlare chiaro e, mesi fa, aveva fatto chiacchierare una sua affermazione circa le donne ai fornelli. In effetti viene da chiedersi perché non ci siano presenze femminili nelle sue cucine?

LEGGI ANCHE: Bridgerton, 5 cose (incredibili) che non sai sulla serie tv Netflix: c'entra Mary Poppins!