Cannavacciuolo schock: devo tutto a una sola persona

Antonino Cannavacciuolo, oltre ad essere un grandissimo chef, è anche uno dei volti più noti della televisione italiana. Il suo comportamento sanguigno e la sua forte personalità, poi, lo hanno fatto diventare uno dei personaggi televisivi più noti e anche se non si è accaniti spettatori di Masterchef è praticamente impossibile non sapere chi sia. In una recente intervista al Corriere della Sera, però, ha dichiarato come sia giunto a tanto successo e confessa di doverlo ad una persona in particolare. Andiamo, allora, a vedere di chi si tratta.

Stiamo parlando, ovviamente, della dolce metà del noto chef, Cinzia Primatesta. La donna, infatti è un’ abilissima imprenditrice che è riuscita a creare una grande impresa e convincere anche  suo marito a prendere la decisiva “svolta” televisiva. «Certo, ce l’ho praticamente portato io» dice Cinzia al Corriere e Antonino non può ovviamente che acconsentire. La forte determinazione della Primatesta, poi, è stata anche fondamentale per imbastire il solido legame che ormai lega saldamente i due coniugi: Con Tony siamo diventati subito amici, poi lui è partito per fare esperienze in giro. Il legame rimase ma, certo, fui io a tenerlo stretto. Lo andavo a trovare sempre. Senza quella mia determinazione iniziale ci saremmo persi»

La decisione di Cinzia, però, ha anche incontrato qualche ostacolo e infatti parla di un primo rifiuto da parte di Cannavacciuolo riguardo la sua entrata nello show business.  Come al solito, infatti, Antonino non usò mezzi termini quando la sua compagna gli suggerì di pensare al mondo della televisione: Quando gli proposero di fare la prima edizione di Masterchef, disse: “Ma che è questo Masterchef?”.

L’occasione giusta, allora, non se l’è fatta sfuggire la scaltra Cinzia Primatesta che infatti racconta al noto giornale come sia stato fortuito il caso che ha visto Antonino diventare uno dei volti più riconosciuti della televisione nostrana: Quando però da Endemol lo cercarono per proporgli Cucine da incubo, presi io la telefonata. Gli riferii che volevano fargli un provino a Roma, mi rispose che avrebbe valutato solo se fossero venuti loro qui. Il colloquio andò bene perché cercavano uno chef con piglio ma empatico. Lui era perfetto»

Sappiamo, poi, come le cose sono andate a finire e dobbiamo, allora, essere  molto riconoscenti alla buona Cinzia Primatesta se uno degli uomini più simpatici della TV continua a farci ottima compagnia apparendo sui nostri schermi. Buona fortuna, allora, alla felice coppia e tanti auguri ad entrambi per tutti i loro progetti in cantiere.

LEGGI ANCHE: Bastianich: vi racconto com'è essere una "Iena"