"Io sto con gli ippopotami" questa sera su Rete 4. Gli incredibili retroscena

Io sto con gli ippopotami è una delle pellicole di maggior successo della storica coppia Bud Spencer e Terence Hill. Il film del 1979, infatti, fù l’ottavo maggiore incasso nella stagione cinematografica nostrana 79-80 superando addirittura i 7 miliardi di lire. Questa sera, poi, andrà in onda su Rete 4 alle 21.25 e, allora, cogliamo la palla al balzo per rivelarvi alcuni strani e divertenti episodi accaduti sul set del memorabile film.

Sulla piattaforma ufficiale Mediaset possiamo leggere che Io sto con gli ippopotami è un  film d'avventura con la coppia Bud Spencer-Terence Hill in vesti ambientaliste. Belle immagini di paesaggi sudafricani, una colonna sonora trascinante e divertenti scazzottate. Africa coloniale britannica, 1950: due cugini cresciuti da una nativa africana, lavorano come guide ai turisti. Insieme contrasteranno il disonesto Ormond, un bracconiere senza scrupoli che traffica in animali e avorio

Non tutti però sanno che Terence Hill ha spesso evitato di utilizzare controfigure ed ha sempre preferito una messa in scena che restituisse più realismo possibile. Nella divertentissima “scena dell’ aragosta”, infatti, il buon Terence ne combinò davvero di tutti i colori. Tutto quello che vediamo fare all’attore americano in quei fotogrammi, infatti, è addirittura accaduto veramente. Hill, appunto, avrebbe divorato voracemetne una vera aragosta ed avrebbe addirittura bevuto realmente il disgustoso intruglio di champagne, caviale, sale e pepe.

Se ricordate, poi, la scena in cui Terence entra nella gabbia dei leoni, credo che sia naturale pensare che l’uomo che vediamo in piedi fra le belve sia un addestratore truccato per fargli da controfigura. Ebbene, così, non è. Terence infatti prese diverse lezioni da addestratore e decise di girare quella scena personalmente, mostrando grandissima professionalità ed un coraggio davvero invidiabile.

Altri retroscena, però, riguardano anche il simpaticissimo Bud Spencer e davvero divertente è l’episodio accaduto con l’ex pugile Joe Bugner. Come è normale che sia, infatti, ogni scazzottata che avveniva nei film dei due iconici attori era provata e riprovata affinchè tutto fosse armonizzato e nessuno potesse incorrere nel rischio di farsi del male. Non sempre, però, tutto è filato liscio come si voleva e una volta, infatti, Spencer non riuscì a dosare la forza di uno dei suoi terribili ganci colpendo Bugner in pieno volto e facendolo svenire cadendo rovinosamente a terra. L’ex pugile, fortunatamente, era in grado di incassare i pugni e, fortunatamente, non riportò alcun danno fuori ad un sonoro mal di testa.

Quando stasera alle 21 e 25 allora ci sintonizzeremo su Retequattro, potremo rivedere Io sto con gli ippopotami con rinnovato interesse. Un film così memorabile può essere di sicuro visto e rivisto decine di volte senza annoiare mai ma con questi bizzarri retroscena che vi abbiamo rivelato siamo sicuri che riuscirà addirittura ad essere più divertente delle prima volta in cui lo si è visti.

LEGGI ANCHE: Cannavacciuolo schock: devo tutto a una sola persona