Laura Pausini, multa astronomica: penale inevitabile dopo l’Eurovision

L'Eurovision è ormai finito e a vincere questa edizione è stata l’Ucraina. Il trionfo del Paese è stato meritato e voluto da tutti a onor del vero. Ognuno di noi è consapevole del periodo storico particolarmente complicato che la Nazione sta passando per via del conflitto con la Russia di Putin. Ottenere il primo posto del festival musicale internazionale è stata una bella rivincita e certamente una bella maniera di consolare il Paese, regalando ai cittadini un minuscolo momento di gioia in seguito al trofeo portato a casa. Al di là di questo, tutti quanti lo sanno, la kermesse 2022 si è svolta in Italia, precisamente a Torino proprio per via della vittoria dell’Italia nella passata edizione. Difatti nel 2021, annata in cui la gara canora ha avuto luogo nei Paesi Bassi, nello specifico a Rotterdam, a trionfare sono stati i nostri meravigliosi Maneskin. Il gruppo ha presentato il brano Zitti e Buoni con il quale avevano da nemmeno tre mesi mesi, vinto anche Sanremo 2021. In seguito al trionfo, la rock band più famosa d'Italia ha raggiunto la prima posizione di qualsiasi classifica musicale nel nostro Paese.

Al timone dell'Eurovision, quest'anno, pertanto, vi erano presentatori nostrani e tra questi pure Laura Pausini, l'immensa e stupenda cantante italiana conosciuta a livello mondiale. La donna infatti si esibisce molte volte anche in altre lingue, come l'inglese e lo spagnolo e per questo è riuscita a farsi conoscere anche fuori dalla nostra Nazione. Tuttavia per lei in quest'occasione qualcosa non ha funzionato e adesso si parla di una salata multa in arrivo. Vi spieghiamo subito, dunque cosa è accaduto. In molti hanno notato che nel corso della conduzione del programma, durante la penultima serata la Pausini avrebbe detto un'imprecazione che ha colpito coloro che erano all'ascolto dell'importante kermesse internazionale. “Porca vacca”. Sì, proprio così, ha esclamato la cantante nell'arco dell'appuntamento del contest.

A molti queste due paroline hanno donato una risata, tuttavia non sembra valere lo stesso per la produzione degli Eurovision che avrebbe invece deciso di farle pagare una multa astronomica. Malgrado ciò non si sa ancora con certezza se la penale sia stata effettivamente mandata o se gli autori avrebbero deciso di passarci sopra perdonando l’indiscrezione della sfortunata Laura che avrebbe detto quelle parole senza voglia di apparire sgarbata. Secondo voi come andrebbe risolta la spinosa situazione? E' giusto sborsare soldi per un motivo così blando, dato che sono state frasi pronunciate senza alcuna intenzione di offendere qualcuno?

LEGGI ANCHE: Alberto Urso, non ce l'ha fatta: fan in lacrime