Nathaly Caldonazzo, l'amore con Troisi e la sua tragica morte: Se non avesse fatto “Il Postino” forse sarebbe ancora vivo

Nathaly Caldonazzo è una notissima showgirl che conserva sempre un fascino travolgente inseme ad una invidiabile eleganza. Oltre alla sua innegabile bellezza, poi, dispone anche di grande intelligenza e di una forte personalità ma, nella sua vita, ha dovuto affrontare diverse sfide che molto spesso l’hanno messa a dura prova.

Durante la sua partecipazione ad una recente edizione di Temptation Island Vip, ad esempio, si è imbattuta in una profonda delusione d’amore per l’allora fidanzato Andrea Ippoliti. Sul Corriere della Sera, infatti, è possibile leggere il triste racconto: «È stata la delusione più grande della mia vita. Non pensavo di provare una sensazione da film horror. Una storia in cui credevo tantissimo, ho rinunciato al 90% di me stessa e mi sono ritrovata in una realtà scioccante»

Un’ altra grandissima storia d’amore non finita bene, poi, è stata quella fra lei e il grandissimo artista Massimo Troisi che conobbe quando era ancora molto giovane. Al programma Rai Vieni da Me, infatti, ha parlato di quel fatidico incontro con parole  davvero toccanti: Ci siamo conosciuti in un ristorante di Roma, Troisi mangiava e mi fissava. Uscendo io l’ho salutato, perché mi aveva fissato per tutto il tempo. Lui è rimasto stupito. Poi mi ha cercato per una settimana ed è riuscito a trovare il mio numero di telefono, così siamo usciti a bere un caffè. Avevo 24 anni, lui 39. Siamo stati insieme i suoi ultimi due anni.

Con grande amarezza, poi, parla del trapianto di cuore dell’attore che volle troppo spesso rimandare e della sua tragica dipartita: «Massimo mi ha sempre detto che quando una persona viene operata al cuore dopo cambia. Se non avesse fatto “Il Postino” forse sarebbe ancora vivo: avrebbe dovuto subire un trapianto di cuore prima di fare questo film, ma lui diceva sempre che voleva fare il film con il suo cuore». Nathaly, poi, con profonda commozione tiene ad aggiungere: «È presto per una ragazza di 24 anni subire un lutto d’amore. Quando va via il tuo compagno di vita stai male. Ci ho messo tanto a riprendermi, ma sono contenta di averlo conosciuto. Aveva paura della morte, ma da buon napoletano esorcizzava, faceva finta di non avere quella patologia».

Oggi, però, la bella Caldonazzo si è ripresa alla grandissima e non ci rimane che farle i nostri più sentiti complimenti augurandole una vita piena di felicità e soddisfazioni. In bocca al lupo, allora, Nathaly e buona fortuna per tutto.

LEGGI ANCHE: Roberto Vecchioni: Tutti i dettagli sul tradimento della moglie e l'omosessualità della figlia.