Dopo la morte della moglie, Marino Bartoletti dichiara: Io ho avuto un tumore, forse ce l’ho ancora

Il più grande giornalista sportivo italiano vivente è, senza timore di smentita, l’impeccabile Marino Bartoletti e non c’è persona al mondo che non conservi un bellissimo ricordo del forlivese. La sua immensa cultura ed il suo stile sobrio ed elegante sono infatti indiscutibilmente superiori a quelli di moltissimi suoi colleghi e ascoltarlo commentare un evento sportivo si conferma sempre un grandissimo piacere. Purtroppo, però, l’ottimo Marino ha attraversato momenti davvero drammatici nella sua vita privata e i più tragici sono stati di sicuro la prematura scomparsa di sua moglie Carla Brunelli e la recente scoperta di avere avuto un brutto tumore.

Nel 2016, infatti, Bartoletti rientrando in casa, ha trovato per primo la povera Carla deceduta per un drammatico incidente domestico. La moglie, purtroppo, si sarebbe infatti incastrata nella porta a soffietto della propria abitazione durante le pulizie domestiche, non riuscendo a liberarsene e morendo così tragicamente. Nonostante tempo sia passato da quel tristissimo evento, poi, la ferita nel cuore del povero Marino rimane, ovviamente, ancora aperta. A ciò, oltretutto, si aggiunga anche la shockante notizia di essere vittima di un brutto male dal quale, però, sembra essersi definitivamente ripreso.

Alla nota trasmissione Oggi è un altro giorno, infatti, i Bartoletti ha confessato a Serena Bortone: Io ho avuto un tumore. Forse ce l’ho ancora perché le analisi definitive verranno fatte all’inizio di giugno. Puoi immaginare  con che pudore io parli di questa cosa. Hai imparato a conoscermi, dunque credo che il pudore di manifestare queste cose appartenga ad entrambi. Siamo personaggi pubblici ed è giusto che si sappia. Una cosa scoppiata che per fortuna è stata presa per tempo. Ma non possiamo essere sempre figli della fortuna né dire ‘succede sempre agli altri‘”

Come al solito, allora, le parole di Bartoletti sono state sagge e misurate e speriamo con tutto il cuore che adesso stia in perfetta forma e che non necessiti di ulteriori cure. Ho provato quello che lo sport mi ha insegnato: bisogna sempre battersi fino all’ultimo minuto. Io mi sto ancora battendo e penso di farlo con decoro. Sogno un’estate bellissima con le persone che mi vogliono bene e spero che questa parte scura della mia vita la possa mettere alle spalle.

Ci accodiamo, allora, al sogno di Marino nella sicurezza che l’insegnamento ottenuto dallo sport possa essere utile a fargli affrontare con successo qualsiasi tipo di sfida si ponga sul suo cammino.

LEGGI ANCHE: Shalpy in seri guai economici. Tragedia per l'icona anni 80