La verità sulla malattia di Toto Cutugno

Toto Cutugno è uno dei cantautori più amati e apprezzati in Italia e non solo. Il grande successo che riscontra nei paesi dell’est, infatti, lo rende una star di calibro internazionale e i suoi fan sono davvero diversi milioni. Da diverso tempo, però, non lo vediamo più sui nostri schermi e in molti si stanno preoccupando per il suo stato di salute.

A Oggi è un altro giorno di Serena Bortone, infatti, il compositore Franco Fasano, che spessissimo ha collaborato con il buon Cutugno, ha di recente dichiarato: “Toto ha attraversato un periodo difficile della sua vita. Però ci sentiamo ancora”. Null’altro ha voluto aggiungere il musicista ma quello che viene da pensare è che si riferisca al suo stato di salute abbastanza preoccupante.

In una celebre intervista che l “italiano vero” ha rilasciato tempo fa a OK Salute e Benessere, infatti, ha parlato del suo brutto tumore alla prostata. “Non ne ho mai parlato prima su un giornale in quanto è un fatto intimo che tocca non solo il corpo ma anche la mente, il cuore. Il 7 gennaio 2007 al San Raffaele di Milano ho subito un intervento per un tumore maligno alla prostata. Il chirurgo era Patrizio Rigatti, il primario di urologia che ha operato Silvio Berlusconi, tanto per intenderci. Mi ha salvato la vita, avevo già le metastasi”

Davvero un evento drammatico , dunque, che sembrava però essere risoltosi per il meglio. A quanto pare, invece, il brutto male è tornato a bussare alla porta di Cutugno e, sempre su ok-salute.it, parla proprio di questo triste episodio: “Tutto sembrava andare bene, ma dopo ho avuto una ricaduta. Sono stato ricoverato in ospedale e ci sono rimasto sei mesi: dal gennaio al luglio 2009. È stato un periodo difficile e molto pesante” 

Quelli in particolare, infatti, sono stati i momenti peggiori per il buon Toto e le sue parole sono state davvero toccanti e commoventi: ”Ho avuto paura, nonostante l’amorosa presenza di mia moglie Carla e di mio figlio, nonostante il sostegno del mio amico Al Bano, e di Guido, Fabio e Franco. Detesto suscitare compassione, ecco perché in un primo momento avrei preferito non rilasciare questa intervista. Poi mi sono convinto che la mia testimonianza è importante per la prevenzione” 

Non ci rimane, allora, che lasciarvi con il saggio ammonimento che il cantante rivolge a tutti gli uomini, sperando che venga seguito con grande attenzione: “Nonostante quello che mi sta capitando continuo a pensare che la vita sia bellissima e io, voi, abbiamo il dovere di viverla al massimo, con gioia e con coraggio. Io ce la metto tutta. Poi alla fine è il Padreterno che decide”

LEGGI ANCHE: Vi ricordate di Nicolò, il figlio illegittimo di Toto Cutugno? Salta fuori tutta la verità