Cucina

Conoscete il frutto delle Azzeruole? Ha moltissimi benefici, anche il controllo della pressione

I benefici e le caratteristiche delle azzeruole
Conoscete il frutto delle Azzeruole? Ha moltissimi benefici, anche il controllo della pressione

L’Azzeruolo, conosciuto anche con il nome di lazzeruolo, è un albero che genera dei piccoli frutti ovvero le azzuerole. Nonostante sia coltivato anche nelle nostre piantagioni arriva da lontano e precisamente dall’Asia Minore. Al giorno d’oggi, comunque, si può trovare naturalizzato allo stato spontaneo in molte regioni italiani come, per esempio, il Molise, La Sicilia, il Veneto, la Toscana.

Questo particolare frutto si può facilmente riconoscere grazie alle sue fattezze piuttosto originali. Infatti, assomiglia a una minuscola mela, è di un colore rosso acceso ed è dotato di una polpa carnosa. Il sapore è abbastanza più acidulo rispetto alle varietà bianca e gialla.

Il motivo per il quale ci siamo presi la briga di trattare delle azzeruole è proprio per il fatto che possiedono molte proprietà interessanti e contengono anche svariate vitamine. Di seguito, approfondiamo l’argomento.

Le caratteristiche delle Azzeruole e gli usi in cucina

Come si è accennato precedentemente, le azzeruole posseggono numerose sostanze nutritive e possono apportare alcuni benefici al nostro organismo. Per cominciare, gli occhi ne potrebbero trarne vantaggio, poiché contengono la vitamina A e fungono anche da integratore di acido ascorbico.

Inoltre, questi deliziosi frutti ci vengono incontro anche per quanto riguarda la nostra pelle grazie ai tannini e ai polifenoli presenti in essi. E come se non bastasse, aiutano anche a migliorare le difese immunitarie e ad apportare un maggior ferro nel sangue.

Comunque sia, non hanno soltanto questo tipo di funzioni, bensì è anche possibile utilizzare per un uso gastronomico. In special modo, dato che eseguono un’azione cardiotonica, spesso vengono sfruttate per la preparazione di alcune tisane.

Inoltre, l’azzeruolo è anche perfetto per preparare delle ottime marmellate, per confetture, ed anche gelatine. Unito, poi, ad altri frutti nella macedonia farà certamente bella figura, dando un tocco più selvatico e insolito al vostro dessert. Per di più, le bacche sono spesso adoperate in pasticceria come guarnizione per i dolci.

C’è soltanto una piccola pecca. Questi frutti sono piuttosto effimeri, nel senso che non è possibile tenerli inalterati per molto tempo. Un consiglio è proprio quello di consumarli entro pochi giorni, perché altrimenti rischiano di rovinarsi velocemente.