Curiosità

WhatsApp, se non accetti le nuove regole rischi la cancellazione dell’account. Tutti i dettagli

Il 15 maggio è la data ultima per accettare il cambiamento dei termini di servizio di WhatsApp
WhatsApp, se non accetti le nuove regole rischi la cancellazione dell’account. Tutti i dettagli

Siamo quasi al limite massimo, ormai il messaggio WhatsApp che avvisa gli utenti del cambio delle regole sulla privacy è stato letto da tutti, sono settimane infatti che la piattaforma lo ha inviato ai milioni di iscritti.

La migrazione degli utenti

All’inizio la cosa non era stata presa bene tanto che migliaia di utenti erano migrati verso altri social, così WhatsApp aveva deciso di far slittare la data del cambiamento di qualche mese per dare a tutti il tempo di abituarsi e perché no anche di informarsi meglio.

Ma il termine ultimo oramai è stato fissato, ovvero il 15 maggio, entro quella data bisogna decidere se accettare i cambiamenti in programma, ma cosa succede se non lo facciamo? Ce lo dice TechFanpage:

rifiutarsi di aderire alle nuove norme non comporterà solamente l’impossibilità di collegarsi al servizio di messaggistica, ma anche uno spiacevole effetto secondario: la cancellazione dell’account con conseguente perdita di conversazioni e file multimediali associati.

Ma ricordiamo, per chi non lo sapesse, in cosa consiste questo cambiamento dei termini di servizio:

in breve, le chat avviate con aziende ed esercizi commerciali potranno essere usate da questi ultimi per decidere di seguire i clienti con annunci da inviare loro anche su Facebook

Cosa cambia in realtà

Poco male insomma, chi chatta con le aziende? Alla fine si è trattato probabilmente di un gran polverone, dato che tra l’altro in Europa siamo protetti dal Garante per la privacy, come assicura anche Cybersecurity:

Le precisazioni pubblicate sul profilo Twitter di WhatsApp ribadiscono che la crittografia end-to-end continuerà ad essere usata per proteggere le conversazioni e confermano quanto comunicato in precedenza in merito al fatto che per gli utenti europei e del Regno Unito non ci saranno modifiche alle modalità di condivisione dei dati. WhatsApp sottolinea che l’aggiornamento dell’informativa non riguarda in alcun modo la privacy dei messaggi scambiati con amici e familiari, ma include modifiche che riguardano lo scambio, del tutto facoltativo, di messaggi con le aziende che usano WhatsApp e fornisce maggiore trasparenza sulle modalità di raccolta e utilizzo dei dati