News

Emergenza coronavirus: Aifa sospende l’uso di AstraZeneca. Cosa succede

Anche in Italia arriva la sospensione del vaccino AstraZeneca. Ecco le ultime novità al riguardo.
Emergenza coronavirus: Aifa sospende l’uso di AstraZeneca. Cosa succede

Germania, Italia e Francia hanno annunciato la sospensione della somministrazione del vaccino AstraZeneca

Sospensione vaccino AstraZeneca anche in Italia

In Germania, il ministro della Salute tedesco ha deciso di sospendere la somministrazione del vaccino AstraZeneca in via precauzionale, al fine di effettuare ulteriore verifiche su alcuni gravi eventi avversi accaduti a persone vaccinate con l’anti-Covid della casa farmaceutica britannica.

La sospensione nasce a seguito di una raccomandazione dell’Istituto federale per i vaccini Paul Ehrlich (Pei); infatti, dopo nuove segnalazioni di trombosi in persone vaccinate, sia in Germania che in altre parti d’Europa, l’Istituto ha ritenuto necessario effettuare ulteriori indagini.

Aifa: divieto del vaccino AstraZeneca

Come in altri Paesi europei, anche in Italia vige ora il divieto di utilizzo del vaccino AstraZeneca Covid19 “su tutto il territorio nazionale”. L’Aifa ha deciso di assumere questo prvvedimento “in via del tutto precauzionale e temporanea, in attesa dei pronunciamenti dell’Ema, […] in linea con analoghi provvedimenti adottati da altri Paese europei Ulteriori approfondimenti sono attualmente in corso”.

In coordinamento con Ema e gli altri Paesi europei, valuterà congiuntamente tutti gli eventi che sono stati segnalati a seguito della vaccinazione. L’Aifa renderà nota tempestivamente ogni ulteriore informazione che dovesse rendersi disponibile, incluse le ulteriori modalità di completamento del ciclo vaccinale per coloro che hanno già ricevuto la prima dose. 

In Italia, la decisione arriva dopo che è finito sotto sequestro un altro lotto del siero anglo-svedese, l’ABV5811, ovvero quello inoculato al professore morto in Friuli e originario di Biella. Questo si tratta del secondo lotto bloccato a livello nazionale, dopo quello precedentemente ritirato a seguito dei casi avversi registrati in Sicilia.

Ema: “Nessun problema nell’uso di AstraZeneca”

Tuttavia, nonostante le attuali sospensioni, Marco Cavalieri, responsabile per la strategia vaccinale dell’Ema, in audizione all’Europarlamento ha dichiarato che non vi sono problemi nel proseguire le vaccinazioni con AstraZeneca:

Il rapporto tra benefici e rischi è considerato positivo e non vediamo alcun problema nel proseguire le vaccinazioni utilizzando questo vaccino. Stiamo esaminando i dati e gli eventi letali riportati per tentare di capire se ci sono cluster specifici di casi “legati ” a certi tipi di patologie o allo status medico dei soggetti.

L’ema conferma l’efficacia di Pfizer, Moderna e Johnson&Johnson

Notizie più rassicuranti ci arrivano dall’Ema, l’ente dei farmaci europeo, il quale ha confermato l’efficacia dei vaccini Pfizer, Moderna e Johnson&Johnson contro le varianti