News

Denise Pipitone, ecco i risultati dei test del DNA.

Sono attesi per lunedì 5 aprile i risultati sulla compatibilità del gruppo sanguigno tra Olesya e Denise
Denise Pipitone, ecco i risultati dei test del DNA.

Si avvicina il momento della verità per Piera Maggio, finalmente lunedì 5 aprile, il giorno di Pasquetta, saranno resi noti i risultati del test che è stato condotto sulla ragazza russa che potrebbe essere Denise; al momento infatti si tratta solo di esami del sangue per comparare il suo gruppo sanguigno con quello della bambina scomparsa.

Un primo esame

E sarà proprio la trasmissione che ha accolto l’appello di Olesya alla sua mamma, a comunicare i risultati. Let them talk, questo il nome del programma, ovvero Lasciali parlare, va in onda sul canale russo che corrisponde all’incirca alla nostra RaiUno, e prima di procedere all’esame del DNA, più articolato, si è scelto appunto di verificare se il gruppo sanguigno della ragazza è lo stesso di Denise Pipitone.

Sarà nel corso del programma, alle 17, che avremo i risultati, e a partecipare dall’Italia sarà Giacomo Frazzitta, l’avvocato di famiglia, mentre Piera, reduce da un piccolo intervento, non è sicuro che ci sarà.

Proprio ieri Frazzitta aveva affermato all’Adnkronos che spera di avere una risposta per il week-end, dopo anni di false speranze e illusioni:

In questi anni abbiamo visto tanti avvistamenti e segnalazioni. Questa volta, però, stiamo seguendo una strada diversa, non abbiamo avviato i canali burocratici, giudiziari internazionali. C’è un contatto più diretto e speriamo di poter arrivare prima rispetto a quei canali. Io spero entro il weekend di avere le idee chiare.

Dal canto suo Piera Maggio si è detta “cautamente speranzosa” e ha confermato ancora stamattina al programma Storie Italiane: “La speranza di poterla trovare e riabbracciare non l’abbiamo persa e mai la perderemo”.

Le altre famiglie

Ricordiamo che le parole della ragazza, che in lacrime ha dichiarato:

Ho forse 20 anni, non lo so, mi hanno trovata senza documenti. Non so il mio vero nome, forse mi hanno battezzata in ospedale. Mammina non ti ho mai dimenticato, ti ho sempre cercato. Ora sono qui, viva, ti prego ritroviamoci

hanno fatto arrivare diverse segnalazioni di persone che credevano fossero i genitori, e già è stato condotto un test del DNA su una famiglia che sembrava la più accreditata ad essere quella di origine di Olesya ma è risultato negativo, per cui la speranza che la giovane sia la piccola Denise scomparsa 17 anni fa è ancora viva.