News

Denise Pipitone, l’avvocato della famiglia smentisce tutto. Cos’ha detto

L'avvocato Giacomo Frazzitta smentisce le parole attribuitegli sull'esclusione che Olesya sia Denise
Denise Pipitone, l’avvocato della famiglia smentisce tutto. Cos’ha detto

Si susseguono senza sosta le notizie riguardanti il caso che sta tenendo banco da giorni, quello di un’eventuale ritrovamento di Denise Pipitone, speranza riaccesa dopo che una ragazza russa, chiamata Olesya, ha annunciato alla tv di essere stata rapita quando aveva 4 anni e di essere stata tolta dai nomadi che la trattenevano, nonché di essere alla ricerca della sua vera mamma.

La verità in un talk

Come ormai tutti sanno si stanno sprecando le notizie, ufficiali e ufficiose, che gravitano intorno all’intera vicenda; l’unica cosa certa è che la trasmissione russa Lasciali parlare che ha accolto la ragazza, è in contatto con l’avvocato di Piera Maggio, Giacomo Frazzitta, al quale vorrebbe rivelare, oggi in puntata, se gli esami del sangue hanno dato esito positivo, ovvero se il gruppo sanguigno di Olesya coincide con quello di Denise, per poi procedere ad effettuare il DNA.

Nelle ultime ore sembrava che ormai ogni speranza fosse vana, era stato il sito Fanpage a dare la triste notizia secondo la quale lo stesso avvocato avrebbe affermato che Olesya non è Denise; tra l’altro sembrava, da quello che circolava in rete, che fosse stata individuata la sorella biologica della ragazza che in realtà si chiamerebbe Angela.

Il sito affermava dunque sicuro:

È per evitare che il caso diventasse ancor più mediatico che l’avvocato di Piera Maggio ha accettato di partecipare in collegamento alla registrazione di Let Them Talk di ieri 6 aprile, una puntata che ha chiarito che Olesya non è Denise. Una puntata che farà cessare le speculazioni su questa storia dolorosa.

La smentita

Ma nelle ultime ore è arrivata una smentita dall’uomo che non avrebbe mai pronunciato quelle parole; attraverso Ansa il legale ha annunciato:

Leggo sui social ricostruzioni fantasiose e mie presunte dichiarazioni. Ribadisco di essermi limitato a trasmettere alla Procura di Marsala l’esito della documentazione scientifica che mi è stata inviata ieri e di non avere fatto alcun anticipazione circa l’esito degli esami sulla ragazza che sarà reso noto nel corso della trasmissione di stasera sulla tv russa

C’è dunque ancora speranza che il miracolo si compia.