News

Ecco le regioni che cambieranno colore dalla prossima settimana

Come potrebbero cambiare i colori delle regioni dalla settimana prossima, in attesa dei dati ufficiali
Ecco le regioni che cambieranno colore dalla prossima settimana

Come di consueto si attende con ansia il venerdì, poiché in questo giorno il monitoraggio dell’ ISS rende noto l‘andamento dei contagi dovuti al covid, e di conseguenza vengono scelte le misure da adottare, se nuove restrizioni o un allentamento dei divieti, che per la verità ultimamente stiamo vedendo molto poco.

Cosa potrebbe cambiare

Ma in attesa dei dati ufficiali possiamo provare a fare delle ipotesi sulle nuove colorazione dell’Italia da lunedì 12 aprile; al momento quasi tutto il nostro Paese è in zona rossa, e probabilmente rimarrà tale fino al 18, le buone notizie sono che qualche regione potrebbe ben sperare in una promozione in fascia arancione, ovvero Lombardia, Emilia-Romagna e Friuli-Venezia Giulia.

La Lombardia soprattutto anche se ha una  situazione delle terapie intensive ancora drammatica con ben il 60% dei posti letto occupati da pazienti Covid, e ricordiamo che la soglia critica è il 30%, sta però registrando un costante calo dei contagi, passando dai 293 ogni 100mila abitanti del monitoraggio del 26 marzo, ai 269 di quello del 2 aprile, e da alcuni giorni siamo sotto la soglia critica di 250, ovvero quella che consente ai territori con meno di 250 nuovi positivi settimanali ogni 100mila abitanti di passare alla fascia con meno restrizioni.

Anche Emilia-Romagna, dicevamo, con i suoi 223 positivi ogni 100mila e Friuli Venezia Giulia con 203 hanno buone chance di ritornare in arancione, dato che dopo la Pasquetta sono scese sotto la soglia critica di 250

Per quanto riguarda Toscana, Piemonte e Puglia ancora poche certezze, la prima ha avuto un andamento troppo altalenante in settimana, mentre le altre due sono in calo però al momento i numeri dei contagi sono ancora da fascia rossa ovvero 260 il Piemonte e 268 la Puglia, sempre raffrontati ai 100mila abitanti. Mentre la Calabria può sperare in un passaggio in zona arancione.

Resta in rosso la Campania almeno fino al 20 aprile mentre tutte le altre, Veneto, le province autonome di Bolzano e Trento, Umbria, Marche, Abruzzo, Molise, Sardegna, Basilicata, Sicilia e Liguria dovrebbero rimanere in fascia arancione.

Ricordiamo che in fascia arancione i negozi sono tutti aperti compresi parrucchieri e centri estetici e torna la possibilità di circolare nel Comune di residenza senza autocertificazione; inoltre le scuole sono tutte in presenza fino alla terza media e almeno al 50% le superiori.