Salute

“Non mangiatelo” Il Ministero della Salute ritira il salame dai supermercati. Ecco il marchio interessato

Allerta del Mistero della Salute. Salame ritirato dai supermercati per pericolo di salmonella.
“Non mangiatelo” Il Ministero della Salute ritira il salame dai supermercati. Ecco il marchio interessato

Pericolo salmonella: il Ministero della Salute fa ritirare il prodotto commercializzato dalla Renzini S.p.A. Ecco tutti i dettagli della vicenda.

E’ recentemente apparsa nell’apposita sezione del sito del Ministero della Salute una comunicazione relativa al richiamo di un particolare tipo di salame. Si tratta di un salame di cinghiale e il motivo per cui il prodotto è stato ritirato è piuttosto serio a causa di un rischio microbiologico. E’ stata riscontrata la presenza di salmonella gruppo c1. Il documento ha come data di pubblicazione quella dell’8 aprile 2021, ma l’avviso di richiamo ha la data effettiva dei controlli effettuati e cioè quella del 7 aprile.

E’ ovviamente stato indicato nello specifico il prodotto e tutto quel che lo riguarda. Il prodotto è il Pepe nero salame di cinghiale a marchio Renzini, commercializzato proprio dalla Renzini S.p.A. con sede nello stabilimento in via D. Renzini, 2 06019 Montecastelli (PG). Il marchio identificativo del produttore è IT 645-L CE e nello specifico il lotto ritirato dalla vendita è 61104910. Il documento specifica che il termine minimo di conservazione è il 24 aprile 2021 e il salame è venduto in confezioni da 0,200 kg.

Ulteriori informazioni sono specificate nel documento: è raccomandato, infatti, di non utilizzare, non consumare il prodotto e di riportarlo ai punti vendita dove è stato effettuato l’acquisto dello stesso.

Questo non è il primo caso di ritiro di prodotti alimentari per rischio salmonella. Era già capitato, e anche piuttosto recentemente, e il prodotto in merito sono le salsicce del Salumificio Coletti Pierino & C. Snc.

E’ importante dunque ricordare che la salmonella si trasmette proprio per l’ingestione di cibi o bevande contaminate. I maggiori alimenti che possono essere veicolo di salmonella e quindi potenzialmente rischiosi sono uova crude, latte crudo e i suoi derivati, carni e derivati ma molti altri. La salmonella del gruppo c1 si sviluppa tramite manifestazioni gastroenteriche con rapida guarigione.