Spettacolo

“Finalmente”. Serena Enardu, dopo aver appreso la notizia sprizza gioia. Cos’è successo

Finalmente individuato il responsabile del rogo alla macchina di Serena Enardu
“Finalmente”. Serena Enardu, dopo aver appreso la notizia sprizza gioia. Cos’è successo

Era gennaio quando Serena Enardu, che abbiamo visto a Uomini e Donne, a Temptation Island e poi anche al Grande Fratello Vip, annunciava di essere stata vittima di un fatto inspiegabile quanto preoccupante, la sua auto era stata incendiata, e sul suo profilo social la donna aveva commentato:

Che notte di fuoco mi verrebbe da dire! Però c’è poco da ridere. Devo dire la verità però siccome mi state scrivendo tanti messaggi e siete preoccupati io e Tommaso (il figlio ndr) stiamo bene. Quello che è successo mi lascia senza parole. Non ci sono parole per quello che è successo. Sono consapevole che nel mondo ci sono persone belle e brutte. E ogni tanto bisogna fare i conti con le persone brutte. Chi deve fare le indagini, le sta facendo. È un’altra che si supera. Mi rivolgo a tutte le persone che vivono nella zona, hanno le telecamere e possono essere di aiuto, anche in forma anonima possono recarsi dalla polizia. Ve ne sarei grata. Vi ringrazio di cuore per l’affetto e il sostegno che mi date. Tutto a posto. The show must go on

Individuato il responsabile

Tra l’altro già ad agosto avevano cercato di distruggerle l’auto, a quanto si apprende, da cui si evince che fosse stata presa di mira da qualcuno, senza saperne però i motivi. Almeno fino ad oggi.

È delle ultime ore la notizia che il responsabile dell’incendio doloso alla sua auto è stato individuato. Come riporta il Sardiniapost:

Denunciato un 37enne di Quartu, personaggio già noto alle forze dell’ordine, che sarebbe autore non solo del rogo dell’auto della showgirl, ma anche di altri episodi simili. Il giovane ha confessato. Gli agenti del Commissariato di Quartu, coordinati dal dirigente Davide Carboni, sono già sulle tracce del mandante. […]  Il 37enne, messo alle strette, ha confermato di essere l’autore del rogo, ma ha anche cercato di giustificarsi dicendo di aver bruciato solo per errore l’auto della Enardu, spiegando che l’obiettivo era un’altra persona.

Serena si è detta contenta e sollevata:

Sto un po’ tremando, ma sono, non so neanche se essere felice ma sono contenta. Questo per me è importantissimo. Dopo un paio di mesi comunque c’è la speranza che le persone che commettono questi reati prima o poi vengono beccati. Sono distrutta perché appena ho saputo ho pianto. Un pianto liberatorio, di felicità.