Serie TV,Spettacolo

“Leonardo” anticipazioni: ecco cosa accadrà nella prossima puntata

Le anticipazioni del secondo appuntamento con Leonardo, la nuova serie evento Rai
“Leonardo” anticipazioni: ecco cosa accadrà nella prossima puntata

La nuova serie Rai punta sulla storia, quella del grande ed eclettico Leonardo Da Vinci interpretato da Aiden Turner; in un’epoca rinascimentale l’uomo che è stato inventore, scienziato, pittore, scultore e molto altro, viene raccontato con tutte le sue sfaccettature.

La vita di Leonardo

Nel secondo appuntamento, in onda martedì 30 marzo, Leonardo cercherà altrove nuove ispirazioni per le sue opere e partirà alla volta di Milano, cercando un nuovo mecenate nel Duca Reggente Ludovico Sforza; ma qui invece che chiedergli di esprimere la sua arte pittorica, gli verrà chiesto di dedicarsi a un grande spettacolo teatrale.

Durante alcuni accadimenti che lo portano a interrogarsi sulla moralità delle persone che lo circondano, nel nuovo ambiente in cui si ritrova immerso, finalmente Ludovico Sforza gli commissionerà un’opera, una scultura, una statua equestre per onorare il padre, e la richiesta lo renderà molto felice.

Mentre l’artista lavora alla sua opera, impegnato per dimostrare la sua bravura, farà due importanti incontri, il giovane Duca di Milano Gian Galeazzo Sforza, e Salaì, un giovane ladro ritenuto dagli altri del tutto inaffidabile ma che potrebbe insegnargli qualcosa.

La sua modella preferita, Caterina da Cremona, è ormai lontana, dal cuore e dalla mente, in un momento i cui lei avrebbe bisogno di lui; ma Leonardo è preso da altre cose, e alla fine dovrà prendere una decisione dolorosa.

Cosa succederà nella vita del giovane artista?

La grande serie

La serie evento, come riporta Style, è:

 una coproduzione Lux Vide e Sony Pictures Television, in collaborazione con Rai Fiction, Big Light Production, e in associazione con France Télévisions, RTVE e Alfresco Pictures: un’alleanza internazionale da 30 milioni di euro per cinque mesi di riprese. Per la serie sono state ricostruite la Firenze rinascimentale e la Milano di Ludovico Sforza.

Tre anni di lavoro, letture infinite di biografie, incontri con storici ed esperti d’arte hanno permesso di ricostruire fedelmente i personaggi frequentati da Leonardo e tanti fatti storici poco noti. Ad esempio l’abbandono del pittore da bambino da parte del padre (crebbe infatti col nonno), o l’intervento tecnico di Leonardo per alleggerire la croce posizionata sulla cupola della Cattedrale di Santa Maria del Fiore a Firenze.